5 Minuti

Dopo il tumore, il sesso non mi interessa più…


Succede più spesso di quanto immagini: dopo la malattia l’intimità sembra non avere più importanza. Bisogna fare i conti con i cambiamenti a cui va incontro il corpo, ma anche con un’interiorità mutata. Perché lungo il percorso di guarigione dal tumore, ogni persona vive un cambiamento profondo che tocca diverse corde. L’approccio alla sessualità può cambiare e non dare importanza a questo fatto è sbagliato. Perché la sfera sessuale ha un grande impatto sulla qualità della vita e sul rapporto di coppia. Con i consigli del nostro coach, scopri come affrontare questo momento con serenità.

Niente sesso, non mi interessa più. E, attenzione, non è  ‘solo’ calo del desiderio, legato a operazioni o terapie, bensì disinteresse nei confronti dell’intimità. Se anche tu ti ritrovi in questa frase dopo il tumore, non sei sola.

È un sentimento fisiologico e naturale, ma puoi avere difficoltà ad affrontarlo,  perché temi di perdere l’armonia con il partner. Fingere o nascondere quello che provi non è meglio.  Come ci spiega il nostro esperto, sessuologo e psicoterapeuta Fabrizio Quattrini, presidente dell’Istituto italiano di sessuologia scientifica. 

Perché manca il desiderio: la parola al sessuologo

Il disinteresse verso erotismo e sessualità è un fenomeno sempre più diffuso, che non coinvolge soltanto i pazienti oncologici. Lo confermano diverse ricerche sull’argomento, che sottolineano come sempre più persone rinuncino ai rapporti, soprattutto tra i giovani.

“Negli ultimi anni, abbiamo assistito ovunque a un declino della sessualità ed è un fenomeno mondiale che va di pari passo con una dimensione più fluida della sessualità. Pensiamo agli under 30, per esempio, che cambiano orientamento e gusti con più libertà” precisa Fabrizio Quattrini. “A livello sociale, ci sono meno regole e obblighi, non si deve per forza concedersi al partner come si faceva un tempo e questo può essere un bene per tutti”.

Ecco, allora, 6 consigli per vivere al meglio questa nuova dimensione.

1 Prima il benessere personale

Basta obblighi: una volta bisognava fidanzarsi, sposarsi, fare dei figli e soddisfare il proprio compagno/a tra le lenzuola. Oggi, per fortuna, non è più così. Comportamenti ed equilibri stanno cambiando e c’è una maggiore attenzione al benessere della singola persona. Questo può essere un bene anche per te. Infatti, può approfittarne per sganciarti dalle vecchie logiche dei rapporti e del sesso senza sentirti troppo in colpa.

2 Rivedi le tue priorità

Puoi essere ciò che vuoi: il tumore ti sta insegnando che l’esistenza è imprevedibile e ci sono tanti aspetti incontrollabili. La conseguenza? Per ora l’unica tua priorità deve essere la salute, il resto non conta. Quindi puoi provare a essere più libera e leggera, meno legata al passato e alle incombenze quotidiane. Insomma, approfitta di questo momento per rivedere le tue priorità e cambiare anche il tuo modo di essere.

3 Cerca la leggerezza

Circondati delle persone giuste: per mettere in atto questo piccolo grande cambiamento, servono dei buoni alleati, delle persone serene e capaci di affrontare questo tuo momento con pazienza e ‘leggerezza’, ovvero senza farti sentire in colpa. Parla di questa tua esigenza con il partner, che così riuscirà a starti vicino, e cerca di trascorrere il tempo con gli amici che abbiano questo atteggiamento sano.

4 Gioca la carta della sincerità

Non fingere mai: accetta quello che sei e che vuoi ora. Quindi, se non hai voglia di avere rapporti con il partner, dillo senza remore. Non cedere e non costringerti, ma imposta la relazione sulla sincerità e sulla trasparenza.

6 Liberati da sensi di colpa

Sii egoista: non avere fretta e ascolta il tuo corpo e i tuoi sentimenti. Hai voglia solo di coccole e carezze? Va benissimo e non agire solo per il partner: in questo momento devi rendere serena te stessa, nessun altro.

Ti sono stati utili questi suggerimenti?

Se hai domande, scrivici a info@koalastrategy.com.